Notizie | Commenti | E-mail / 16:34
                    










Canicattì: l’assessore Fabio Di Benedetto ha parlato di “bomba ad orologeria sotto elezioni” : siamo al dissesto e i responsabili dovranno pagare

Scritto da il 22 settembre 2021, alle 23:14 | archiviato in #Esclusiva, IN EVIDENZA, Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il Comune di Canicattì, in provincia di Agrigento, nel 2004 sciolto per mafia, si avvia alla dichiarazione dello “stato di dissesto”, secondo quanto annunciato in Consiglio comunale dal funzionario dei servizi finanziari e bilancio e dal collegio dei revisori dei conti, concordi nell’attestare l’impossibilità di dar seguito al “piano di riequilibrio” approvato nel marzo 2019 e ancora in attesa del parere di Corte dei conti e Ministero dell’Interno.

L’assessore Fabio Di Benedetto ha parlato di “bomba ad orologeria sotto elezioni”. In ogni caso i responsabili amministrativi e politici dovranno pagare in tutte le sedi”.

Questa dichiarazione può cambiare le sorti di una campagna elettorale che vede due protagonisti del percorso economico di questi anni del comune canicattinese oggi portato a un paventato  dissesto . Cosa rischia la città di Canicattì in caso di dichiarazione di dissesto contemporaneamnete all’elezione di uno dei due ex sindaci?  A questa domanda potrà rispondere solo il tempo e il voto della popolazione



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata