L’esodo pasquale è iniziato nella giornata di oggi ma nelle prossime ore le strade della Sicilia sudorientale saranno prese d’assalto dalle auto.

Bollino rosso sulle strade
Feste da bollino rosso, come capita ogni anno, in particolare sulla Siracusa-Catania e sulla Siracusa-Gela, le strade che consentono di raggiungere le località balneari ed artistiche più suggestive, concentrate soprattutto nel Siracusano, come lo stesso capoluogo ed ancora Vendicari, Marzamemi e Noto. Ci sono poi le zone del Ragusano, come Scicli, Modica e gli altri luoghi del commissario Montalbano.

I controlli
La Polizia stradale ha previsto dei controlli lungo i due tratti autostradali: gli agenti avranno con se autovelox, per sanzionare coloro che superano i limiti di velocità, e l’alcooltest per fermare gli automobilisti che si mettono alla guida ubriachi.

Le previsioni
La situazione, secondo le previsioni del comando provinciale della Polizia stradale di Siracusa, presenta delle fasce di criticità di bollino rosso già nelle ore del tardo pomeriggio e della serata di venerdì 29 marzo.

“Situazione simile, se non peggiore, sabato 30 marzo: chi non è riuscito ad anticipare la partenza si riversa proprio in questa giornata. Bollino rosso per molte ore, con qualche miglioramento in serata. Nella giornata di Pasqua, domenica 31 marzo, si prevede l’intensificazione del traffico durante la fascia oraria mattutina, seguita da una situazione molto più calma nel pomeriggio e sera” spiegano dalla Polstrada di Siracusa.

I consigli
La Polizia stradale ha anche fornito delle raccomandazioni per evitare di incappare negli incidenti: “Si ricorda, inoltre, prima di partire, di verificare – spiegano gli agenti – l’efficienza del veicolo; sistemare razionalmente i bagagli equilibrando i pesi e non sovraccaricando l’autovettura; individuare una corretta posizione per il trasporto degli animali; evitare pasti abbondanti e alcool; essere sufficientemente riposati; tenersi costantemente aggiornati sulle condizioni del traffico, non potendosi escludere locali disagi o l’adozione di provvedimenti di regolazione della circolazione per favorire la fluidità degli spostamenti”