Notizie | Commenti | E-mail / 14:00
                    






Le amministrative in Sicilia, tutti i risultati

Scritto da il 31 maggio 2011, alle 03:03 | archiviato in Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Calogero Impastato e’ stato eletto sindaco di Montevago, in provincia di Agrigento. Impastato, appoggiato dalla lista “Sindaco Impastato nuovo progetto per Montevago”, ha ottenuto 1.110 voti, pari al 51,51%. Non ce l’hanno fatta Antonella Migliore (“Alternativa democratica”) con 525 voti pari al 24,36% e Franco Scire’ (“Uniti per Montevago”) con 520 voti pari al 24,13%.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Ramacca, in provincia di Catania. A sfidarsi Giampiero Musumeci, appoggiato da 3 liste (Movimento politico culturale-sviluppo-ambiente-legalita’-ama Ramacca, Mpa e Uniti per Ramacca), che ha ottenuto 2.132 voti, pari al 29,81% e Francesco Zappala’ del Pd, con 1.839 voti, pari al 25,71%. Nulla da fare per gli altri 2 candidati: Francesco Vallone (“Pdl” e Ramacca prima di tutto”) che si e’ fermato a 1.710 voti, pari al 23,91% e l’uscente Giovanni Antonio Malgioglio (“Per sempre Ramacca liberta’ e Autonomia noi Sud” e “Udc-Fli-Api”) con 1.471 voti, pari al 20,57%.

Santi Cirella e’ stato riconfermato sindaco di Falcone, in provincia di Messina. Cirella, appoggiato dalla lista “Continuiamo a crescere”, ha ottenuto 963 voti, pari al 47,11%. Non ce l’hanno fatta Marco Filiti (Falcone citta’ futura) che ha ottenuto 729 voti pari al 35,67% e Francesco Salpietro (Una speranza di luce per Falcone) che si e’ fermato a 352 consensi pari al 17,22%.

Davide Paratore e’ stato eletto sindaco di Antillo, in provincia di Messina. Paratore, sostenuto dalla lista “La nostra terra-Antillo 2011” ha ottenuto 381 voti, pari al 52,26%. Nulla da fare per l’altro candidato Giovanni Palella (“Lista civica-Uniti per Antillo-Blocco lavoratori antillesi-Dio e popolo e progetto Antillo 2000”) che si e’ fermato a 348 voti pari al 47,74%.

Calogero Beringheli e’ stato eletto sindaco di Caronia, in provincia di Messina. Beringheli, sostenuto dalla lista “Progetto Caronia” ha ottenuto 1.513 voti, pari al 63,04%. Nulla da fare per l’altro candidato Antonietta Agostino (“Risveglio caronese”) che si e’ fermato a 887 voti pari al 36,96%.

Antonino Caselli e’ stato riconfermato sindaco di Torregrotta, in provincia di Messina.

Caselli, appoggiato dalla lista “Per Torregrotta esperienza e lealta'”, ha ottenuto 2.556 voti, pari al 53,71%. Non ce l’ha fatta Pasqualino Natale Timpone (“Torregrotta citta’ aperta”) che si e’ fermato a 2.203 consensi pari al 46,29%.

Vincenzo Buccheri e’ stato eletto sindaco di Sortino, in provincia di Siracusa. Buccheri, sostenuto dalla lista “Sortino Futura” ha ottenuto 2.853 voti, pari al 46,79%. Ex aequo gli altri 2 candidati: Nello Bongiovanni (“Sortino al Centro”) e l’uscente Paolo De Luca (“Con Paolo De Luca per Sortino”) che si sono fermati ciascuno a 1.622 voti pari al 26,60%.

Giuseppe Montesano e’ stato riconfermato sindaco di Vallelunga Pratameno, in provincia di Caltanissetta. Montesano , appoggiato dalla lista “Uniti per rinascere” ha ottenuto 2.082 voti, pari al 96,79%. Nulla da fare per Giuseppe Piraino (Verso il futuro) che si e’ fermato a 69 voti pari al 3,21%.

Michelangelo Giansiracusa e’ stato eletto sindaco di Ferla, in provincia di Siracusa.

Giansiracusa, sostenuto dalla lista “Vivere Ferla” ha ottenuto 781 voti, pari al 40,30%. Nulla da fare per Giuseppe Veneziano (“Ferla al centro – uniti si vince”) che si e’ fermato a 523 voti pari al 26,99%, Paolo Giansiracusa (“Tutti per Ferla”) con 387 voti, pari al 19,97% e Franco Vinci (“Ferla e’ ora di volare”) con 247 voti pari al 12,74%.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. A sfidarsi l’uscente Ciro Carava’, sostenuto da 3 liste (Mpa, Lista civica democrazia e liberta’ e Pd) che ha ottenuto 3.031 voti, pari al 37,51% e Daniele Vito Mangiaracina, appoggiato da 2 liste (Alleanza per la Sicilia e Sicilia vera) con 1.465 voti, pari al 18,13%. Piu’ staccati gli altri candidati Gianvito Greco (Uniti per cambiare-Sel) con 1.141 voti, pari al 14,12%, Giuseppe Stallone (Forza del Sud e Gruppo Sud-Nuovo secolo), con 967 voti, pari al 11,97%, Alfonso Tumbarello (Pdl), con 610 voti pari al 7,55, Dina La Varvera (Liberal Pli-Fli-Udc), con 485 voti, pari al 6,00% e Vincenzo Cuttone (Popolari e liberali nel Pdl) con 381 voti, pari al 4,72%.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Patti, in provincia di Messina. A sfidarsi Luigi Gullo, sostenuto da 8 liste (Sicilia vera, Idea donna, Udc, Il centro per Patti, Patti democratica-Pd, Patti futura, Luigi Gullo sindaco x Patti e Costruire insieme), che ha ottenuto 3.363 voti pari al 35,97% e Giuseppe Mauro Aquino, appoggiato da 5 liste (Noi per Patti, Pdl, Patti nel cuore, Per Patti Aquino sindaco-Noi Sud-Liberta’ autonomia, e 365 giorni di lavoro per Patti), con 2.971 voti, pari al 31,77%. Piu’ staccati Nicola Tindaro Calabria (Consumatori per Patti e Progetto Patti) con 1.780 voti, pari al 19,04% e Tindaro Giusto (Alternativa per Patti), con 1.236 voti, pari al 13,22%.

Calogero Firetto e’ stato confermato sindaco di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento.

Filippo Bartolomeo e’ stato eletto sindaco di San Biagio Platani, in provincia di Agrigento.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Favara, in provincia di Agrigento. A sfidarsi Rosario Manganella, appoggiato da 6 liste (Favara futura, Forza del Sud, Mpa, Pid, Per Favara e Pdl) con 10.558 voti pari al 46,03% e Carmelo Vitello (Fli e Ripensare Favara) con 8.566 consensi pari al 37,35%. Piu’ staccati Luigi Sferrazza (Pd) con 2.088 voti pari al 9,10% e Antonio Valenti (Sicilia vera) con 1.725 voti pari al 7,52%.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Capo d’Orlando, in provincia di Messina. A sfidarsi l’uscente Enzo Sindoni, appoggiato da 5 liste (Citta’ futura, Movimento per Capo d’Orlando, Lista orlandina, Sicilia vera e Capo d’Orlando venti venti), che ottenuto 4.521 voti pari al 47,87% e Salvatore Librizzi (Democratici per Capo d’Orlando e Librizzi sindaco) con 2.318 voti pari al 24,55%. Piu’ staccati Massimo Carrello (Carrello-Insieme per cambiare Capo d’Orlando) 1.563 voti pari al 16,55% e Renato Carlo Mangano (Pdl e Alleanza per Capo d’Orlando-Movimento 25 giugno libera et victoriosa civica) con 1.042 consensi pari all’11,03%.

Nello Dipasquale e’ stato confermato sindaco di Ragusa, unico capoluogo di provincia in cui si votava. Dipasquale, sostenuto da 9 liste (Forza del Sud, Dipasquale sindaco, Fli, Pdl, Ragusa grande di nuovo Nello Dipasquale, Partito repubblicano-Ragusa soprattutto, Sicilia vera, Udc e Pid) ha ottenuto 24.301 voti, pari al 57,20%, evitando cosi’ il ballottaggio.

Non ce l’hanno fatta gli altri 2 candidati: Sergio Guastella (Donne per Ragusa, Pd, Idv, Sel e Movimento citta’) che si e’ fermato a 15.405 voti pari al 36,26% e Salvatore Battaglia (Battaglia sindaco, Mpa e Voto ibleo) con 2.778 voti pari al 6,54%.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Bagheria, in provincia di Palermo. A sfidarsi Vincenzo Giuseppe Lo Meo sostenuto da 5 liste (Udc, Fli, L’altra Bagheria, Un progetto per Bagheria-Con le autonomie e Democratici per Bagheria) che ha ottenuto 10.698 voti pari al 32,58% e Bartolo Di Salvo (Forza del Sud, Pid, Bagheria nel cuore e Pdl) con 10.227 voti pari al 31,15%.

Nulla da fare per l’uscente Biagio Sciortino (Bagheria popolare, Mip per Bagheria, Movimento antonomista Baaria, Unita’ democratica e Api) che si e’ fermato a 8.080 voti pari al 24,61%, Vincenzo Provino (Sicilia vera, Sviluppo e legalita’ e Il patto per Bagheria) con 1.841 voti pari al 5,61%, Gino Castronovo (Cambiamo Bagheria-Sel-Idv) con 1.637 voti pari al 4,99% e Leonardo Eucaliptus (Lista per il cambiamento) con 350 voti pari all’1,07%.

Francesco Vasta e’ stato confermato sindaco di Campofelice di Roccella, in provincia di Palermo. Vasta, sostenuto dalla lista “Campofelice” ha ottenuto 3.290 voti, pari al 69,82%. Nulla da fare per l’altro candidato Giuseppe Pedalino (“Alleanza per Campofelice”) che si e’ fermato a 1.422 voti pari al 30,18%.

Sara’ il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara’ il prossimo sindaco di Noto, in provincia di Siracusa. A sfidarsi Corrado Bonfanti sostenuto da 5 liste (Impegno per Noto, Mpa, Udc-Uniti per la citta’, Notolibera-Democrazia e partecipazione e Fli) che ha ottenuto 4.775 voti pari al 33,24% e Raffaele Leone (Pdl, Noto nostra e Pid) con 4.338 voti, pari al 30,19%.

Non ce l’hanno fatta l’uscente Corrado Valvo (Forza del Sud, Amare Noto, Patto per Noto e Lista Italia) che si e’ fermato a 3.333 voti pari al 23,20%, Corrado Bianca (Sel e Pd-Rinnovamento per Noto) con 1.587 voti pari al 11,05% e Vincenzo Adamo (Movimento per la difesa e la rinascita di Noto-Forza Noto) con 334 voti pari al 2,33%.

Amedeo Basilio Arcodia e’ stato confermato sindaco di San Marco d’Alunzio, in provincia di Messina. Arcodia, sostenuto dalla lista “Uniti per San Marco”, ha ottenuto 614 voti pari al 39,08%. Non ce l’hanno fatta Celestino Santo Priola (Primavera aluntina) con 605 voti pari al 38,51% e Filippo Miracula (San Marco sviluppo e futuro) con 352 voti pari al 22,41%.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata