Notizie | Commenti | E-mail / 22:04
                    




Visite specialistiche, negli ospedali non basta più la ricetta del medico di famiglia

Scritto da il 21 aprile 2018, alle 06:08 | archiviato in Politica, politica sicilia, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

 Il Codacons chiede un intervento chiarificatore urgente da parte dell’Assessore alla Salute della Regione Sicilia Ruggero Razza in relazione a numerose segnalazioni ricevute da parte di medici di famiglia e di cittadini che lamentano l’impossibilità di effettuare visite specialistiche ed esami strumentali presso le Aziende ospedaliere ed universitarie di Catania se non con richieste provenienti da specialisti territoriali.

In pratica non si può più accedere alle strutture con la semplice richiesta dei medici di famiglia, ma solo dopo che l’assistito sia stato preventivamente visitato da uno specialista dell’ASP territoriale.

“E’ evidente che tale cervellotica disposizione rende di fatto sempre più lunghe le liste di attesa e priva il cittadino del diritto alla libera scelta del medico e del luogo di cura” sottolinea l’associazione dei consumatori.

Il Codacons quindi chiede all’assessore Razza “di intervenire prontamente per sospendere tale disposizione perseguendo i responsabili di tali provvedimenti che offendono la dignità ed il decoro dei medici di famiglia e ledono diritti costituzionali dei cittadini”.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata