Notizie | Commenti | E-mail / 06:12
                    








On. Carmelo Pullara: Il Comune di Licata ha esposto ad un rischio grave bambini, ragazzi e famiglie

Scritto da il 11 novembre 2019, alle 17:58 | archiviato in Licata, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Il Comune di Licata ha esposto ad un rischio grave bambini, ragazzi e famiglie, quindi una intera collettività non chiudendo le scuole come invece hanno doverosamente fatto i Sindaci dei Comuni agrigentini ma addirittura derubricando con pericolosa superficialità valutandolo come un allarme eccessivo. Se la tromba d’aria fosse arrivata un’ora prima staremmo forse parlando di una tragedia. Un’incapacità, una leggerezza e un’improvvisazione senza precedenti nel sottovalutare avvisaglie tanto gravi. Mi rivolgo al Sindaco, al Presidente del consiglio, visto la sua decisione di essere parte della amministrazione Galanti e non super partes come il ruolo richiederebbe, agli assessori e ai consiglieri comunali. Alla luce di tutte queste assurdità in serie, credo riflettere sulla necessità di dimettersi il prima possibile sia l’unico passo da fare. Interesserò il Prefetto e la Protezione civile per evidenziare il comportamento irresponsabile tenuto da un’amministrazione che ha ignorato le raccomandazioni arrivate mettendo a repentaglio la pubblica incolumità. Laddove altri Comuni della Sicilia avevano invece preso per tempo i necessari e logici provvedimenti.

Nel mese di ottobre 2018 l’assessore Pira con i tecnici del dipartimento Lavori pubblici chiesero e ottennero grazie anche al mio intervento il finanziamento di 260.000 euro per il ripristino delle catidoie, nel luglio del 2019 l’assessorato regionale e la protezione civile trasmisero il decreto del finanziamento, da allora non si hanno più notizie bastava procedere con gli adempimenti di gara d’appalto e oggi probabilmente molti danni non si sarebbero verificati. Ora, passi la perdita dei finanziamenti e la mancata risposta (con annessa brutta figura) alle Istituzioni regionali, ma oggi si è vergognosamente messa a repentaglio la vita delle persone con un comportamento inaccettabile da parte di chi dovrebbe amministrare la città e avere come primo obiettivo la salvaguardia dell’incolumità dei propri cittadini. Invece si è preferito farsi fotografare e affermare che tutto fosse sotto controllo quando invece la situazione di grave difficoltà che la città sta vivendo in queste ore è sotto gli occhi di tutti.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata