Notizie | Commenti | E-mail / 07:12
                    






In arrivo nuova ondata di maltempo: fronte di aria fredda di origine polare lambirà anche la Sicilia

Scritto da il 26 marzo 2019, alle 07:06 | archiviato in Ambiente, Eventi, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Colonnina di mercurio in picchiata da domani sera, a partire dal Nord-Est, dopo un avvio soleggiato di primavera lungo la Penisola e con temperature fino a 7-8 gradi oltre la norma. Stasera un fronte di aria fredda di origine polare valicherà le Alpi, riversandosi poi nel Mediterraneo centrale. Il rapido transito della perturbazione n.7, la prima della stagione, darà luogo, oltre a un marcato rinforzo del vento, anche a un crollo delle temperature.

Sono le previsioni del Centro Epson Meteo, secondo cui il calo termico sarà più sensibile sulle regioni adriatiche e meridionali dove i valori si porteranno anche al di sotto della media stagionale per gran parte della settimana. Il forte contrasto termico, sottolineano i meteorologi, darà luogo anche a rovesci e temporali che interesseranno alla fine di lunedì il Nord-Est, per poi trasferirsi verso Sud nel corso di martedì e allontanarsi mercoledì pomeriggio anche dalle estreme regioni meridionali.

Sull’Appennino tornerà la neve a 700-1000 metri. Nei giorni successivi, secondo il Centro Epson meteo, pressione in aumento, specie al Nord dove le temperature in rialzo nel fine settimana si riporteranno localmente oltre la norma mentre proseguirà la carenza di precipitazioni, una situazione sempre più preoccupante soprattutto per il Nord-Ovest.

Al Centro-Sud correnti Nord-orientali manterranno il clima più fresco ma con scarsi effetti in termini di nuvole o precipitazioni. Nel dettaglio, lunedì tempo inizialmente soleggiato, ma la sera ha inizio una fase instabile al Nordest con rovesci o temporali isolati su Friuli Venezia Giulia e Veneto in trasferimento verso l’Emilia Romagna e il Nord delle Marche.

Deboli nevicate nel Nord dell’Alto Adige. Nella notte le precipitazioni raggiungeranno le rimanenti regioni centrali adriatiche, l’Umbria, parte della Toscana e il Nord-Est della Sardegna e la quota neve sull’Appennino centro-settentrionale si abbasserà fino ai 700-1000 metri. Mercoledì ultimi strascichi della perturbazione all’estremo Sud. Nei giorni successivi alta pressione in rinforzo specie al Nord dove le temperature risaliranno anche sopra la norma, specie nel fine settimana.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata